Consigliera federale Sommaruga, faccia il suo lavoro!

2’925

firme

Firma la nostra petizione!

Sì, i creatori possono tenermi informato

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram

Consigliera federale Sommaruga, faccia il suo lavoro!

Gentile Signora Consigliera federale,

in qualità di ministro dell’energia, lei lo sa meglio di chiunque altro: la Svizzera rischia di restare a corto di energia elettrica. Le analisi dell’Amministrazione federale avvertono che ci troveremo di fronte a seri problemi di approvvigionamento già nel 2025, cioè tra 4 anni. Ciò avrà conseguenze immense. Oltre agli effetti devastanti per le persone e la società, è da mettere in conto un danno di circa 100 miliardi di Franchi per la piazza economica svizzera.

Responsabile di questo disastro è la fallimentare strategia energetica 2050, che prevede l’uscita della Svizzera dall’energia nucleare e fa affidamento su alternative inadatte. Signora Consigliera federale, lei sta portando avanti la classica politica dei fornelli d’emergenza che mette in serio pericolo la Svizzera come piazza economica e i suoi oltre 8 milioni di abitanti. I fatti sono i seguenti:

  • l’approvvigionamento di elettricità è strategicamente molto importante per l’economia e la società.
  • Una sufficiente fornitura di energia elettrica indigena ci rende meno vulnerabili ai tentativi di ricatto dell’UE.
  • Il rischio di interruzioni nella fornitura di energia elettrica è più pericoloso di una pandemia.
  • Non è ammissibile continuare a parlare di tutela del clima senza assicurare sufficienti fonti energetiche esenti da CO2.

La esortiamo a smettere di tentare di celare questi fatti sotto il tappeto. Se continuerà a volare alla cieca, metterà in serio pericolo l’approvvigionamento di elettricità della Svizzera. E con esso la prosperità di tutti noi.

L’UDC, e con essa tutti i sottoscritti, esige quindi che lei riconosca onestamente che:

  • l’attuale strategia energetica ha fallito.
  • l’approvvigionamento di elettricità ha la massima priorità.
  • non è possibile ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 senza un approvvigionamento di elettricità sufficiente e sicuro.
  • almeno 40 TWh aggiuntivi di energia elettrica devono essere prodotti entro il 2050 (a causa dell’elettrificazione della nostra società, dell’immigrazione e della cessazione delle centrali nucleari esistenti).
  • la popolazione non deve essere gravata da ulteriori nuove tasse.

Grazie per il vostro sostegno!

Firmate la nostra petizione per poter finalmente mettere fine a questa dannosa politica energetica.

Marco Chiesa, Presidente UDC Svizzera

Conferenza stampa 

La Consigliera federale Sommaruga deve assicurare l’approvvigionamento energetico – altrimenti le va revocato il dossier